BLOGAnnounced at MongoDB.local NYC 2024: A recap of all announcements and updates — Learn more >

Come Macquarie Bank ha creato una piattaforma di pagamento in tempo reale in poche settimane

Hero Macquarie

SETTORE

Servizi Finanziari

PRODOTTO

MongoDB Atlas

CASO D'USO

Pagamenti
INTRODUZIONE

Una customer experience personalizzata e intuitiva per il cliente

Macquarie non pensa come una banca retail.

In Australia, il Paese in cui ha sede, il suo ramo retail Banking and Financial Services Group (BFS) è noto soprattutto per essere un pioniere del digitale, ed ha ottenuto numerosi riconoscimenti per la sua offerta mobile e online.

È stata la prima banca australiana ad avviare un servizio di open banking, e l'investimento in piattaforme digitali scalabili le ha permesso di offrire, tramite la sua piattaforma di istruzione di pratiche di finanziamento in tempo reale, tempi di consegna leader di mercato per le approvazioni di mutui immobiliari. Negli ultimi anni, Macquarie Bank ha intrapreso una trasformazione digitale e l'ha portata a termine con successo, poiché è riuscita a guardare oltre i servizi finanziari e ad adottare la medesima tecnologia utilizzata da società digitali come Netflix, applicando al settore bancario quello stesso livello di esperienza cliente, personalizzata e intuitiva.

Quando si è trattato di portare la banca sulla New Payments Platform (NPP) australiana, un nuovo sistema nazionale per i pagamenti in tempo reale, il team di ingegneri di Macquarie si è concentrato in particolare sull'offrire la migliore esperienza possibile al cliente finale.

LA SFIDA

La New Payments Platform (NPP)

Fin dall'inizio, Macquarie si è impegnata a creare la migliore esperienza di pagamento per i clienti. "Il vero motore del progetto è stato il desiderio dei clienti di poter accedere ai servizi 24 ore al giorno, 7 giorni alla settimana, 365 giorni all'anno", racconta Chris Clark, Principal Engineer e responsabile del progetto NPP. "La gente vuole trasferire il denaro in tempo reale. Non possiamo mettere i sistemi offline a lungo per eseguire aggiornamenti e manutenzioni, perché vogliamo offrire ai nostri clienti la possibilità di poter accedere davvero in qualsiasi momento".

Per soddisfare i clienti della banca, il progetto NPP doveva seguire le best practice di sviluppo e architettura già in atto in Macquarie. Ciò significava un approccio agile, con più versioni di prodotti MVP, su un'architettura a microservizi. Come riassume Chris, occorreva "costruire per il presente, non per il futuro".

Inoltre, l'NPP doveva essere:

  • Cloud-first: tutti gli elementi dovevano trovarsi sul cloud, compresa l'infrastruttura

  • Per qualsiasi cloud e multi-cloud: era necessario evitare lock-in con un fornitore in particolare e garantire l'accesso agli strumenti e servizi disponibili sui tre principali cloud pubblici (AWS, Google Cloud e Microsoft Azure)

  • In tempo reale: l'elaborazione in batch non è una possibilità in un ambiente cliente sempre attivo

  • Sicura: poiché la piattaforma gestisce dati bancari, la sicurezza è sempre stata una delle priorità principali

  • Flessibilità: quando si implementa una soluzione, questa deve essere in grado di adattarsi ed evolvere

  • Senza tempi di inattività:

    • un'altra prerogativa doveva essere la capacità di monitorare e avvisare il team (e il cliente) dei possibili problemi in tempo reale. Se infatti la banca ricevente rifiuta la transazione di un cliente, quest'ultimo deve ricevere una notifica push istantanea e il denaro deve essere rimborsato immediatamente.
    • Occorreva poi assicurare che gli aggiornamenti potessero svolgersi senza interruzioni, periodicamente e durante il normale orario di lavoro, mentre la piattaforma continua a funzionare normalmente.

Il team di Macquarie desiderava inoltre operare con una mentalità DevOps, 24 ore su 24, 7 giorni su 7, automatizzando ove possibile e con la possibilità, se necessario, di eseguire la piattaforma sul computer locale dello sviluppatore.

LA SOLUZIONE

Flessibilità dei dati

Man mano che il team di Macquarie è passato dallo sviluppo, ai test e, infine, al lancio della NPP, il data model e il servizio completamente gestito di MongoDB Atlas sono stati complementari all'approccio agile allo sviluppo di Macquarie.

Durante la fase di test, la flessibilità del database documentale ha permesso al team di Macquarie di portare avanti la propria visione originale per la piattaforma NPP. Man mano che venivano aggiunte nuove funzionalità, lo schema si adattava immediatamente ai cambiamenti, in linea con la cultura di ottimizzazione e miglioramento continui che contraddistingue Macquarie. "Non abbiamo speso giorni interi a pensare allo schema perfetto", racconta Chris.

"D'altronde, lo schema perfetto non esiste, perché deve evolversi man mano che vengono sviluppate le varie funzionalità. Per questo è importante poter disporre di un data model flessibile", aggiunge.

"Lo schema perfetto non esiste, perché deve evolversi man mano che vengono sviluppate le varie funzionalità. Per questo è importante poter disporre di un document model flessibile".

Chris Clark, Principal Engineer, Macquarie Bank

Cosa più importante, la flessibilità del modello documentale non va a scapito della qualità o dell'integrità dei dati, e al contempo offre le stesse garanzie transazionali dei database legacy della banca.

Shuchita Deshpande, Principal Engineer del team pagamenti di Macquarie, aggiunge: "La facilità d'uso rispetto ai database più tradizionali è stata un fattore importante per noi".

Oltre a dimostrare flessibilità, il data model si è rivelato anche perfetto per lo standard elevato di dati dell'NPP.

Per garantire che i propri team si concentrino sull'offerta della migliore esperienza digitale, Macquarie privilegia la gestione dell'infrastruttura come servizio cloud managed, laddove possibile. È per questo che la banca si affida a MongoDB tramite Atlas, il servizio di database cloud globale di MongoDB.

"Abbiamo apprezzato la libertà che ci ha dato", commenta Chris. "Non dovevamo più chiedere la creazione di una nuova istanza di un database, potevamo farlo da soli. Spazio su disco, RAM, CPU... il nostro team aveva il controllo su tutto".

"Abbiamo apprezzato la libertà che ci ha dato. Non dovevamo più chiedere la creazione di una nuova istanza di un database, potevamo farlo da soli. Spazio su disco, RAM, CPU... il nostro team aveva il controllo su tutto".

Chris Clark, Principal Engineer, Macquarie Bank

Considerate le caratteristiche in tempo reale della nuova piattaforma di pagamento, attiva 24 ore su 24, 7 giorni su 7, la scalabilità era un'enorme priorità. Al di fuori della NPP, Macquarie eseguiva già altre app su Kubernetes ed era abituata a scalare molto facilmente in altre aree della propria infrastruttura bancaria. "Ma volevamo la stessa flessibilità anche per il nostro database", afferma Chris. "Atlas ci ha consentito di raggiungerla e di caricare e testare ampiamente e con semplicità la nuova piattaforma prima del lancio".

La libertà di implementazione su più fornitori cloud era un requisito fondamentale, mentre il vincolo a un unico fornitore doveva essere evitato a tutti i costi. "Non volevamo legarci a un unico operatore", dichiara Chris. "Con questa soluzione possiamo lavorare con qualsiasi fornitore cloud".

"Non volevamo legarci a un unico operatore", dichiara Chris. "Con questa soluzione possiamo lavorare con qualsiasi fornitore cloud".

Chris Clark, Principal Engineer, Macquarie Bank

Ora Macquarie esegue i propri carichi di lavoro sia su AWS che su Google Cloud.

Data la criticità della piattaforma e dei dati che gestisce, la sicurezza è ancora una volta una priorità assoluta. Con MongoDB Atlas, Macquarie ha accesso a funzionalità integrate di livello enterprise, tra cui crittografia end-to-end, gestione degli accessi basata sui ruoli e isolamento della rete.

I RISULTATI

3 milioni di transazioni, nessun problema

Il lancio della NPP di Macquarie è stato un successo: "La piattaforma è entrata in funzione due mesi dopo l'inizio della pandemia Covid. È stato come premere un interruttore, e i pagamenti hanno iniziato a scorrere. Finora abbiamo registrato oltre 3 milioni di transazioni. E senza problemi: ha funzionato e basta".
"La piattaforma è entrata in funzione due mesi dopo l'inizio della pandemia Covid. È stato come premere un interruttore, e i pagamenti hanno iniziato a scorrere. Finora abbiamo registrato oltre 3 milioni di transazioni. E nessun problema: ha funzionato e basta".

Chris Clark, Principal Engineer, Macquarie Bank

Non è insolito avere più release, durante il normale orario lavorativo, in qualsiasi giorno.

La NPP è solo un esempio di come l'approccio agile di Macquarie, l'adozione di un'architettura moderna e, ovviamente, il suo team di sviluppatori di talento sono stati in grado di assicurare in maniera continuativa l'esperienza del cliente personalizzata e intuitiva che altri faticano a emulare. Lavorando con servizi come MongoDB Atlas, il team di Macquarie può concentrare i propri sforzi sulla creazione delle soluzioni giuste per i clienti bancari al dettaglio di Macquarie.

Scopri di più su competenza ed esperienza di MongoDB nei servizi bancari e finanziari

E la tua storia, quale sarà?

MongoDB ti aiuterà a trovare la soluzione migliore.